ILARIA CUSINATO

Ilaria Cusinato (Cittadella, 5 ottobre 1999) è una nuotatrice della Nazionale italiana.

Ilaria ha iniziato a prendere confidenza con la vasca all’età di 10 anni. L’enorme talento e il carattere deciso che la contraddistinguono, le hanno permesso di gareggiare e vincere a livello internazionale già in tenera età.

Dopo l’esordio agli Europei junior del 2014, che le è servito da rodaggio, Ilaria ha conquistato due Argenti nei 200 mt e 400 mt misti agli European Games del 2015. Ed è proprio nella disciplina che combina i quattro differenti stili natatori che Ilaria riesce a esprimere il meglio di sé, mettendo in acqua padronanza tecnica e tanta determinazione, elementi fondamentali per primeggiare in quella che da molti è ritenuta la gara più ostica.

La consacrazione arriva nel 2017 agli Europei in vasca corta dove l’atleta veneta è riuscita a conquistare il gradino più basso del podio, alle spalle dell’ungherese Evelyn Verraszto e della campionessa olimpica e mondiale Katinka Hosszu.

La sua crescita è inarrestabile e nel 2018, agli Europei di Glasgow, vince due Argenti, rispettivamente nei 400 e nei 200mt. misti, dove ha infranto il suo stesso record italiano.

Nella sua ancora brevissima carriera c’è anche spazio per le difficoltà, superate con resilienza e condivise con grande coraggio con una lettera pubblica molto commovente.

Tra il 2018 – anno di massimo successo – e il 2019, infatti, Ilaria ha sofferto di bulimia e, senza confidarsi con nessuno, la sua tenuta fisica e mentale sono state messe a dura prova. Per venirne fuori, ha deciso di tornare ad allenarsi in Veneto, dove ha potuto recuperare serenità e passione, ingredienti essenziali per chi vuole tornare a collezionare podi e medaglie a livello internazionale.

L’atleta classe ’99, rappresenta al momento una delle speranze più rosee del panorama natatorio italiano e non si fermerà nel duro lavoro finché non avrà raggiunto i traguardi più ambiziosi che merita.

"Ora che ho ritrovato la serenità che cercavo, sono pronta a dimostrare quanto valgo davvero!"