Giusy Versace

Giusy Versace (Reggio Calabria, 20 maggio 1977) è un’atleta paralimpica.

Il 22 agosto del 2005, durante una trasferta di lavoro ha un terribile incidente sull’autostrada Salerno-Reggio Calabria, nel quale perde entrambe le gambe. Un evento che rimette tutto in gioco, ma che, per un carattere determinato come il suo, non ha mai avuto il significato di una resa. Anzi.

Nel 2010 inizia a correre con le protesi in carbonio e 3 mesi dopo è già ai blocchi di partenza dei Campionati Italiani di atletica leggera. Diventa così la prima italiana della storia a correre con amputazione bilaterale e in 6 anni colleziona ben 11 titoli e diversi
record sui 60, 100, 200 e 400 metri.

Oltre a vincere si impegna per trasferire messaggi di sostegno ai disabili: nel 2011 fonda la Onlus “Disabili No Limits”, nel 2013 scrive la sua prima autobiografia e l’anno dopo diventa ambasciatrice del progetto internazionale di integrità sportiva “Save the Dream”.

Nel 2014 si aggiudica la X edizione di “Ballando con le stelle” e le si aprono le porte della TV: conduce “Alive” col biologo Vincenzo Venuto e la “DS” in coppia con Alessandro Antinelli.

Nel 2016 vince le sue prime medaglie internazionali – un Argento e un Bronzo agli Europei – che le valgono la qualificazione alle Paralimpiadi di Rio.

Nel 2014, entra a far parte del cast di concorrenti della decima edizione del programma “Ballando con le stelle” in onda su Rai 1, e vince in coppia con il ballerino Raimondo Todaro col 56% dei voti da parte del pubblico.

"Sono convinta che la disabilità sia negli occhi di chi guarda. E io voglio ballare in modo che nessuno si accorga che non ho le gambe"