ANTONIO CINCOTTA

Antonio Cincotta (Milano, 5 giugno 1985) a soli 35 anni è tra gli allenatori più influenti della storia del calcio femminile italiano.

La sua carriera da tecnico inizia prestissimo, a 16 anni, quando esordisce nel settore giovanile di una squadra dilettantistica di Milano.

Dopo un doveroso periodo di gavetta, dove si dedica anche a vestire ruoli dirigenziali, Antonio Cincotta subentra come collaboratore sulla panchina del Milan Femminile a stagione in corso. Si tratta del suo primo approccio al calcio femminile ed è subito amore, perché la stagione delle Rossonere finisce in trionfo, con l’approdo in Serie A dopo lo spareggio contro il Como.

L’anno successivo il tecnico meneghino passa al Fiammamonza come primo allenatore, centrando subito la promozione nella serie maggiore.

Sul suo cammino si susseguono diversi eventi determinanti, il più importante dei quali è l’esperienza con l’A.C. Seattle nella US Premier League, la seconda divisione americana.  È qui che Antonio Cincotta acquisisce un know-how completo ed una vision all’avanguardia.

Una volta tornato in Italia, fautore dell’ennesima promozione in A con il Como, nel 2016 viene chiamato sulla panchina della Fiorentina come co-allenatore e subito vince Scudetto e Coppa Italia. Dal 2018 il giovane allenatore milanese è allenatore unico delle Viola e, grazie ad un ottimo feeling con la nuova proprietà, si prepara ad allargare la sua sfera d’influenza anche in ambiti extra-tecnici.

Autore di due libri a tema calcistico, grazie alle sue doti comunicative è docente dell’Università Americana a Roma e, nel 2019, Antonio Cincotta ha commentato per Sky Sport le gare dei Mondiali di calcio femminile, ad oggi il primo vero turning point di questo sport.

"Per la costruzione di un futuro vincente ci vuole tempo, costanza, perseveranza, organizzazione e investimenti programmati."