Alessandro De Rose

Alessandro De Rose (Cosenza, 2 luglio 1992) è un campione di High Diving, i tuffi dalle grandi altezze.

Alessandro ha vinto la sfida con se stesso e a 25 anni, dopo anni a perfezionare la tecnica e a lottare per la giusta attenzione mediatica, soprattutto dopo la perdita del padre, è uno dei tuffatori dai 27 metri più forti del pianeta.

Nel 2015 è stato il solo italiano a partecipare per l’High Diving ai Mondiali, mentre per cinque anni consecutivi ha preso parte alle tappe italiane del Red Bull Cliff Diving, la serie di eventi più importanti di questa disciplina, grazie ad una wild card.

Il 2017 è stato l’anno della consacrazione: a luglio ha vinto la sua prima tappa delle World Series a Polignano a Mare, in una battaglia all’ultimo tuffo e, una settimana dopo, si è aggiudicato la medaglia di bronzo ai Mondiali di Nuoto a Budapest.

Ora per il campione cosentino – che lavora come cameriere a Trieste – viene la sfida più dura, quella contro gli altri. Quella per confermarsi al vertice di uno sport che da ‘estremo’ si sta piano-piano avvicinando al mondo Olimpico.

"Il cliff diving è un percorso di vita. Per affrontare la sfida di lanciarsi in acqua da 27 metri bisogna credere profondamente in se stessi esattamente come nella vita di tutti i giorni."