MISTER ANTONIO CINCOTTA ENTRA NEL TEAM EIS

Antonio Cincotta, l’allenatore della Fiorentina Women’s capace di conquistare Il Grande Slam, vincendo consecutivamente e con club diversi la Serie C, la Serie B, lo Scudetto, 2 Coppe Italia e la Supercoppa, entra a far parte del Team EIS, che fa così il suo ingresso nel panorama calcistico femminile direttamente dalla porta principale.

Antonio Cincotta, milanese classe ’85, vanta un know-how completo e all’avanguardia, integrato ad un carisma ed una capacità mediatica fuori dal comune, che gli hanno permesso, nonostante la giovane età, di essere annoverato tra i tecnici di calcio femminile italiano più influenti di sempre. A testimonianza di ciò, l’allenatore formatosi alla scuola rossonera, tra i vari riconoscimenti ricevuti ha ritirato la Panchina d’argento della stagione 2012/2013 ed è arrivato secondo alla panchina d’oro della stagione 2018/19.

Antonio CincottaNella sua carriera ha vissuto anche una preziosa esperienza nel paese in cui il calcio femminile vanta la migliore organizzazione, gli Stati Uniti, dove ha potuto verificare i benefici di una buona programmazione: non a caso, una volta tornato in Italia, grazie all’unione della sua innata cultura del lavoro con i valori di “perseveranza, organizzazione e investimenti programmati”, in soli quattro anni a Firenze ha saputo conquistare uno Scudetto, due Coppe Italia, una Supercoppa Italiana e quattro qualificazioni consecutive in Women Champions League.

Antonio Cincotta è apprezzato anche fuori dal campo per le sue doti comunicative: due libri a tema calcistico, una cattedra all’Università Americana di Roma e, soprattutto, un ruolo da commentatore per Sky Sport dei Campionati Mondiali Femminili del 2019, che l’hanno portato a diventare a tutti gli effetti uno dei fautori della “rivoluzione copernicana” che ha coinvolto il calcio femminile in Italia la scorsa estate.

“Siamo orgogliosi di accogliere nel nostro team un tecnico così apprezzato e poliedrico – ha commentato Enrico Gelfi, presidente di EIS. Essersi imposto a soli 35 anni come icona vivente di un intero movimento è segno di un potenziale fuori dal comune. Il nostro lavoro sarà finalizzato a valorizzare questo suo talento anche fuori dal suo contesto naturale e aprirgli la strada verso un panorama più ampio e caratterizzato da collaborazioni con brand coerenti con il suo posizionamento”.